Cupra Marittima
Inserisci sottotitolo qui

Cupra Marittima

Cupra Marittima appartiene al comprensorio della Riviera delle Palme del basso litorale marchigiano. Alle spalle della marina (il paese propriamente detto) si trovano tre colline: Sant'Andrea con l'omonima rocca, recentemente ristrutturata, Marano con l'incasato medievale, che costituisce il nucleo principale del paese, e Boccabianca.

OFFERTA TURISTICA BALNEARE: La spiaggia di Cupra Marittima è sabbiosa e lunga oltre 2 chilometri (spiaggia Lido - Bandiera Blu 2016). Una lunga pista ciclabile attraversa il lungomare e continua fino a Grottammare. Il tratto di spiaggia a nord di Cupra Marittima presenta alcuni aspetti interessanti riguardanti la flora e la vegetazione delle spiagge, per questo motivo viene chiamato Duna Marittima. C'è poi una pineta, un'area protetta dalla Regione Marche, costituita da sabbie marine miste a ghiaia e ciottoli, prospicienti al mare. Per la bellezza della pineta, il lungomare sabbioso e la tranquillità dell'ambiente Cupra Marittima è meta prediletta per un turismo familiare.


COSA VISITARE: Vanto della cittadina è il Museo Malacologico Piceno, uno dei più importanti musei di conchiglie al mondo, grazie agli oltre 900.000 esemplari esposti e alle interessanti testimonianze di arte primitiva malacologica. Nel rilevante Parco Archeologico di Cupra Marittima, sito a nord dell'abitato, è riconoscibile l'impianto urbano della città romana. Nella vicina località San Michele sono visibili i resti di una Villa Magna dotata di ninfeo, mentre nella località Civita è identificabile l'area del Foro. Il sito archeologico di Cupra Marittima è una delle sedi della rassegna TAU (Teatri Antichi Uniti), che mette in scena opere della letteratura teatrale antica, greca e romana. A sud dell'abitato sulla collina Sant'Andrea si avvistano i ruderi dell'antico Castello di Sant'Andrea, ciò che rimane del borgo medievale del XII secolo e tra i ruderi dell'antica chiesa di San Gregorio Magno e Sant'Andrea risulta ancora rintracciabile il tessuto cittadino. Dal castello attraverso la cresta collinare inoltrandosi verso ovest e girando verso nord ci si addentra nel borgo medievale di Marano incontrando Villa Grisostomi, la medievale Chiesa Santa Maria in Castello, il Palazzo Sforza, il Museo archeologico del territorio, la Chiesa dell'Annunziata che ospita l'artistico presepe permanente di arte spagnola; si trova infine la Chiesa del Suffragio con la meravigliosa pala della "Deposizione". Merita una visita la Collegiata di San Basso per ammirare lo straordinario trittico di Vittore Crivelli e la volta interamente dipinta da Giuseppe Pauri negli anni trenta del Novecento. Scendendo si può ammirare la scenografica scalinata costruita dall'architetto Vespignani e si accede poi alla Piazza della Libertà con di fronte il Palazzo del Municipio, impreziosito da una splendida torretta dell'orologio progettata dal Sacconi. Ad agosto la Festa di San Basso anima il centro di Cupra Marittima. 

Inserisci qui il tuo testo...